Contenuto Principale

Il CPO secondo un tirocinante - Giovanni Ghidoni

Il bello del gruppo.
Sono entrato in contatto con il personale del reparto di Psico-Oncologia in ottobre del 2006 per svolgere il tirocinio universitario nel corso dell’ultimo anno di studi presso la facoltà di Psicologia di Parma.

Il mio interesse per questa specifica area d’intervento e l’ottima esperienza ottenuta nei mesi trascorsi all’interno della struttura, mi hanno spronato a rimanere presso la stessa anche nei mesi successivi il conseguimento della laurea, avvenuto in dicembre del 2007. Da più di un anno partecipo attivamente ad un gruppo di supporto per pazienti oncologici (Angolo), in qualità di tirocinante. Il gruppo è stato creato al fine di poter esprimere e condividere le difficoltà, le problematiche, i vissuti emotivi, nonché gli eventi quotidiani di vita derivati o associati alla malattia tumorale, con altre persone che hanno contratto il cancro, caratterizzate da esperienze di vita similari in riferimento alla malattia stessa.
Ciò che mi ha maggiormente colpito sin dai primi incontri riguarda il profondo legame emotivo creato all’interno del gruppo da ogni membro, in grado di generare un intenso spirito di coesione che coinvolge i nuovi partecipanti in modo caldo ed immediato. Il gruppo assume così una propria forma costitutiva, organica, necessaria per poter consolidare progressivamente dei legami intimi di supporto e sostegno reciproco tra i membri. Ciascuno ha la possibilità di esprimere liberamente i propri pensieri, emozioni, dubbi, aspettative e di ricevere conforto, consigli ed aiuto da parte delle altre persone presenti, in un clima di totale sicurezza e tranquillità.
Personalmente posso affermare di sentirmi parte di una grande famiglia ogni qualvolta partecipo o assisto alle attività svolte in gruppo, potendo respirare un atmosfera di incondizionata accettazione reciproca e di serenità che consente al gruppo di mantenersi unito e coeso, nonostante le difficoltà organizzative che emergono inevitabilmente nella gestione di attività che coinvolgono un elevato numero di persone.

Giovanni Ghidoni